10/18/13

Io, la danza, le amiche e papà.

Dal 23 ottobre in libreria per Il Castoro, il nuovo libro di Paola Zannoner, Io, la danza, le amiche e papà. La scrittrice fiorentina, amatissima dei ragazzi, già autrice tra gli altri di Voglio fare la scrittrice e Voglio fare la giornalista, La linea del traguardo, Dance, La settima strega, racconta la storia di Bianca, dodici anni e la danza nel destino. La ragazzina prende vita, con grazia e decisione, nel ritratto di copertina di Giovanni Manna.

Paola Zannoner, Io, la danza, le amiche e papà. Il Castoro 2013

09/24/13

In libreria Il pianeta senza baci (e senza bici)

Giovanni Manna torna ad illustrare il mondo fantastico di Andrea Bouchard, l’autore-musicista amatissimo nelle scuole italiane. Il suo terzo romanzo, Il pianeta senza baci (e senza bici), in libreria per Salani dopo il successo di Acqua dolce e Magica amicizia, è “scritto per piccoli terrestri”: ma è sempre forte il richiamo agli adulti, che “perdono di vista il diritto dei bambini a essere bambini e dei grandi ad essere liberi, colorati ed emozionati”.

 

08/5/13

Atmosfere ad acquerello: il corso a Sarmede

Si è appena concluso il corso di illustrazione ad acquerello con Giovanni Manna, nella nuova sede della Casa della Fantasia a Sarmede, Tv. Sei giorni in completa immersione nel mondo dell’acquerello, ed una uscita in montagna per esplorare anche la tecnica della pittura dal vero: quindici allievi, dall’Italia al Brasile, e tanta voglia di lavorare insieme. Ecco un assaggio di alcuni momenti del corso.

07/17/13

Corso di acquerello alla Scuola Internazionale di Illustrazione di Sarmede

Dal 29 luglio al 4 agosto, Giovanni Manna terrà presso la scuola di illustrazione di Sarmede un corso di acquerello, aperto ad allievi principianti ed avanzati.

“Atmosfere ad acquerello”
acquerello CORSO BASE

Il corso affronta la tecnica dell’acquerello attraverso un percorso che, approfondendo le competenze su composizione, padronanza d’uso dell’acqua e del colore, permette di realizzare un’ampia gamma di effetti espressivi, atmosferici e di dettaglio, di grande suggestione. Ogni allievo è seguito individualmente in rapporto alla sua preparazione.

Info:

http://www.sarmedemostra.it/ita/corsi/corsi.html

07/15/13

Mostra Fuoriscena: album fotografico

Si è conclusa con successo la mostra Fuoriscena, aperta a Trieste con grande affluenza di pubblico in occasione del festival Maremetraggio. Nell’occasione, gli autori Giovanni Manna e Laura Manaresi hanno tenuto alcuni laboratori per bambini e ragazzi presso il ricreatorio Padovan: cinema, acquerello e tanta passione per tutti i partecipanti! Ecco una selezione di foto degli eventi.

 

 

 

07/8/13

Maremetraggio, corti e inediti s’inaugura oggi al caffè Verdi

…Alle 19.30 sarà inaugurata, in Galleria Tergesteo e al Punto Enel di Piazza Verdi 2, FuoriScena, la mostra dei due artisti Giovanni Manna e Laura Manaresi dedicata ad una nuova rappresentazione visiva del cinema. Insieme da ventìanni, nel lavoro e nella vita, Manna e Manaresi hanno creato numerosi progetti editoriali, oltre a corsi e laboratori nei festival, mostre, istituzioni e nel sociale.

 

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

Dal    

07/8/13

Piccoli artisti in scena per il grande schermo

Ciak, si disegna“, è tempo di piccoli disegni per il grande schermo. L’approccio al cinema si può vivere anche così, armati di pennelli e matite, molti fogli, una tavolozza di ingegno e possibilmente qualche guida di rango. Un progetto fattibile dal titolo Coloriamo il Cinema, laboratorio per bambini promosso da Maremetraggio in collaborazione con il Comune di Trieste, organizzato dall’1 al 3 luglio nella sede del Ricreatorio Padovan di via Settefontane 43.

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

 

01/7/13
30_49_gdv_f1_1042_a

Un album di disegni per bimbi è l’educazione all’arte e al bello

Sogno, poesia, una spruzzatina di batticuore mitigato da un po’ di ironia:così, con piedi per terra, l’immaginazione spicca il volo. La ricetta di Giovanni Manna, illustratore di libri per l’infanzia, vuole stuzzicare uno sguardo sempre diverso sulla realtà. Ospite d’onore all’ inaugurazione della mostra “Le immagini della fantasia”, a Valdagno, dove è presente con 2 delle 70 opere di 46 artisti provenienti da 18 Paesi del mondo, Manna si è raccontato.

Autodidatta, dopo l’incontro con Stepan Zavel, lavora nell’editoria per l’infanzia usando la tecnica dell’acquerello che insegna agli studenti della Scuola internazionale di illustrazione di Sàrmede, paese della fiaba illustrata. Ha pubblicato oltre 80 titoli (tra poesia, mito, storia, letteratura, leggende classiche) per edizioni italiane e straniere, conquistando il Premio Andersen italiano nel 2003 e quest’anno il premio Junior Library Guild americano…

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO su

 

12/21/12
E

A Torino sale la febbre da festival

di Micaela De Medici - Sette (Inserto Corriere della Sera)

 

…In più, il festival ospiterà l’anteprima di Fuoriscena, una mostra di opere originali ispirate a film celebri: l’acquerello di Giovanni Manna sposa con tocco leggero le parole di Laura Manaresi per dare del cinema una rappresentazione visiva (la mostra vera e propria si terrà a Trieste, dal 30 giugno al 6 luglio 2013).

 

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

10/15/12
Schermata 2012-10-15 a 18.59.49

Il Pittore delle Favole

di Francesca Blesio – Corriere della Sera Bologna

Qualche sua cartolina ancora vola. Sono traiettorie antiche, visto che Giovanni Manna le dipinse quasi vent’anni fa. C’era Bologna, sopra, dipinta con gli acquerelli. Oggi, più che la città per cui ha lasciato la sua Firenze, acquerella personaggi delle favole, illustra racconti, disegna storie. Lo fa nel suo studio di via Turati. L’ultimo suo lavoro lo ha pubblicato Rizzoli: L’Iliade pensata per i ragazzi. Mi piace lavorare sui miti e su ambientazioni storiche, mi diverte il lavoro di ricerca, dice lui. I lavori di Manna sono dedicati per lo più al mondo dell’infanzia. Sua figlia, Miriam, 13 anni, è già una ragazzina. Ma l’universo dei più piccoli non gli è estraneo. Quest’estate ha tenuto un laboratorio al Festival di Giffoni, con bambini dai tre anni in su. Mi sono divertito, è stato un momento di scambio. Cambia anche il tratto del pittore, in base al pubblico di lettori a cui è destinato il libro che illustra. Con i più piccoli il tratto è diverso, e ne devi tener conto, stilizzando, quando ci lavori. Se il pubblico è più grande, il lavoro per uno come Manna, si semplifica. Io che ho un tratto più adulto, in questo caso, non devo pensare a chi sfoglierà le tavole, ma posso andare d’istinto.

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO ( clicca per ingrandire)